Medea-Isonzo commento

FORMAZIONE: Allisi, Viezzi (Gismano), Cosolo, Buffolin, Pacor, Cester, Macor, Baldan, Trentin (Forte), Durì, Fall (Raffaelli). All. Veneziano Straordinaria prova di forza dell’Isonzo che surclassa sul suo terreno il Medea e si conferma in vetta alla classifica. Un 4-0 che non ammette repliche, scaturito al termine della miglior prestazione stagionale della squadra di Veneziano che ha letteralmente annichilito i padroni di casa. Visto il pareggio del san Lorenzo, ora sono quattro i punti di distacco a favore dell’Isonzo quando mancano solo tre turni alla fine del campionato. A dare il là al successo è stata un’autorete su tiro di Cester favorita anche da una discutibile interpretazione arbitrale sul fuorigioco passivo di un paio di attaccanti sanpierini. Tuttavia, ciò non scalfisce minimamente la legittimità della vittoria poiché nel proseguo della gara l’Isonzo ha dominato in lungo e in largo dando una severa lezione di gioco ai malcapitati avversari. Squadra solida in difesa dove Allisi ha potuto passare un pomeriggio da spettatore, ispirata a centrocampo dalla precisa regia di Baldan e dall’esperienza di Cester mentre in avanti il poker d’assi Durì-Macor-Fall-Trentin ha dato spettacolo con perfette giocate e tocchi sopraffini. Domenica prossima l’Isonzo ospita il Gallery, terzo in graduatoria a sei punti, per una sfida probabilmente decisiva per le sorti di entrambe le compagini. . Nicola Tempesta